Focus

CAI Lo Scarpone on-line - Focus
  1. 16 giugno 2020 - Cinque escursioni virtuali organizzate in montagna (anche di più giorni), che hanno coinvolto le classi prima, seconda e terza (68 alunni dagli 11 ai 14 anni), con 17 insegnanti, due accompagnatori delle Sezioni Cai di Bolzaneto e Sampierdarena e cinque volontari della Croce Rossa di Campomorone, oltre a 18 tra rifugisti, scrittori, esperti, guide alpine, naturalistiche e dei musei incontrati in ogni singolo viaggio d'istruzione. Questi i numeri delle attività virtuali portate avanti dalle Classi delle Montagne della scuola media Alice Noli di Campomorone (GE) nel periodo di didattica a distanza causato dal coronavirus (marzo-giugno 2020).

  2. 18 maggio 2020 - Le raccomandazioni e le regole per il ritorno alla frequentazione della montagne e dei rifugi, diffuse dal Club alpino italiano la settimana appena trascorsa, sono state l'oggetto del quarto (e ultimo) incontro on line di ieri tra l'alpinista Hervé Barmasse e il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti.

  3. 11 maggio 2020 - “Facciamo il punto dopo una settimana di Fase 2, per capire effettivamente quanta libertà ci è stata data e per parlare di tutti quei professionisti che grazie alla montagna lavorano. Sono stato un po' in giro, le persone sono state quasi tutte molto attente alle regole, a parte pochissimi. Se noi siamo bravi a rispettare le regole che ci sono state date la montagna resterà aperta: rispettiamo la montagna e di conseguenza gli individui che la frequentano”.

  4. 4 maggio 2020 - «Se noi adulti riusciamo a trovare nuove modalità di unione e di solidarietà, proprio come ci insegnano la frequentazione della montagna e la natura, che ogni giorno ci dimostra che solo se uniti possiamo affrontare questi giorni complicati, per i giovani che accompagniamo la cosa è più difficile da comprendere. Il coronavirus li costringe a dover stare distanti da amici, parenti e persone care e se noi mordiamo il freno e accettiamo l’inattività per dovere, immaginatevi come possono stare loro».

  5. 4 maggio 2020 - “Quello che dal 4 maggio è consentito praticare è un'attività sportiva o motoria individuale o insieme a una persona convivente, sempre nel rispetto di distanze e, in alcune regioni come Lombardia e Piemonte, con le mascherine. Il punto importante è che, in risposta al quesito della lettera che ho mandato i giorni scorsi al Presidente del Consiglio Conte, l'attività sportiva o motoria in questione può essere praticata con l'unico limite territoriale della regione in cui ci si trova. Altro aspetto importante è che si potrà raggiungere la località nella quale praticarla con mezzi pubblici o mezzi propri”. Con queste parole il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti ha iniziato, ieri, la seconda conversazione in diretta Instagram con l'alpinista valdostano Hervé Barmasse.